Dermatite neonato

dermatite

La dermatite è una forma di infiammazione e di irritazione che presenta macchie sulla pelle. Essendo la nostra cute una delicata zona di confine tra il nostro corpo e il resto del mondo, dato che ci mette in contatto con esso, è facilmente esposta a questo genere di disturbi. Se è fastidiosa in un adulto, pensiamo quanto possa esserlo in un neonato che ha pochi giorni di vita. Infatti, questa irritazione può colpire anche creature che hanno da pochissimo messo nel mondo. In questo caso si chiama dermatite nei neonati, anche detta dermatite seborroica o “crosta lattea”. I primi segni della dermatite neonato, sono delle squamette color giallastro che si formano nelle zone dove passano i capillari, quindi dietro alle orecchie, sulla fronte, sotto le ascelle, sulle pieghette delle braccia, sull’inguine, sulle gambe. Sulla testolina compaiono delle crosticine. In questa prima fase della dermatite neonato, anche se i segni sono visibili, non danno prurito al bambino. In genere la crosta lattea scompare già entro il primo anno di vita. A volte, però, col passare del tempo, le squame invece che scomparire, possono anche diventare psoriasi o dermatite atopica (DA); in alcuni casi arrivano anche a diventare patologie più gravi, sotto forma di eritrodermia di Leiner. Anche se la comparsa delle squamette è del tutto naturale, noi consigliamo di consultare il medico sempre, sia nei casi di psoriasi, dermatite atopica e eritrodermia di Leiner, sia nei casi di semplici squame. E’ sempre meglio avere il parere di un esperto che può consigliare quali sono i prodotti migliori per trattare questa naturale irritazione.

DERMATITE NEONATO CAUSE

Le cause della dermatite non sono conosciute. Sono state avanzate diverse ipotesi. Proviamo ad elencarne alcune, sottolineando che sono solo teorie, perché non sono state dimostrate scientificamente. Una delle cose che si è pensata è che la crosta lattea dipenda dalla mancanza di acidi grassiessenziali e biotina. Un’altra teoria attribuisce la causa della dermatite neonato agli ormoniche la mamma passa al bambino appena nato e che porta a una grande produzione di sebo. A questo proposito, bisogna ricordare che la dermatite ricompare nell’età pubica, dove ritroviamo nuovamente, da parte degli adolescenti, una grande produzione di ormoni e di sebo.

DERMATITE NEONATI RIMEDI

Per rendere più morbide le crosticine sul cuoio capelluto del neonato, bisogna utilizzare l’olio di oliva, l’olio di mandorle o l’olio di calendula: lo si mette sulle crosticine, si lascia agire per 5 o 10 minuti e si lava con lo shampoo delicato per neonati. Le zone irritate e la testa, infatti, vanno trattate sempre con sostanze oleose (potete chiedere consiglio al pediatra su quali scegliere per il vostro bambino), e non vanno mai strofinate. Infine, bisogna tamponare le crosticine oleate, con garze sterili o cotone idrofilo in modo che venga eliminato il sebo in eccesso che le crosticine producono. Una raccomandazione importante: per curare la dermatite dei vostri neonati non usate mai creme che sono composte da grassi animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *