Dolori Cervicali Rimedi Naturali

Yoga

Molte persone soffrono di dolori cervicali. Se hai mai avuto un torcicollo saprai che può produrre un dolore lancinante. A volte si tratta di dolori che passano in pochi giorni. Se invece il torcicollo è cronico si passa nel dolore la maggior parte della settimana. La vita intera diventa più difficile da vivere. Ogni movimento, ogni starnuto, ogni rotazione può causare il dolore. Rallenta la qualità della vita e toglie il vento dalla vostra vela.

Sia che tu abbia dormito male, ti sia trovato in un incidente d’auto, abbia inciampato e sia stato costretto a contrarre tutto il corpo oppure che tu soffra di stress continuo, il torcicollo è un segno di dolore muscolare. Spesso si estende dal collo e dalla spalla giù per la schiena, è possibile sentire il muscolo contratto che causa il dolore. A seconda della causa dell’infiammazione cervicale, puoi alleviare il disagio in diversi modi. Se si sceglie di non intraprendere alcuna azione ed il danno è stato causato dal dormire in una posizione scomoda, questo passerà da solo in pochi giorni.

Stare di fronte allo schermo del computer tutto il giorno può essere molto stressante e i dolori cervicali sono assicurati. Non solo si sforzano gli occhi, ma è come lamentarsi del torcicollo e del dolore alle spalle. Una postura scorretta compromette ulteriormente queste condizioni e quindi trovare dei rimedi naturali per i dolori cervicali è indispensabile. Quando permettiamo alle nostre spalle di abbassarsi ed alla schiena di piegarsi mentre utilizziamo il nostro corpo per lo svolgimento delle attività giornaliere, questo finisce per diventare un’abitudine. Nel corso del tempo, le articolazioni ed i muscoli disallineati mostrano gli effetti dello sforzo. Questo è di solito evidente nella rigidità e nel dolore che si prova al collo e delle spalle.

Doccia calda

Il primo rimedio naturale per alleviare il dolore muscolare ed il torcicollo e’ una doccia calda. Quando ti fai la doccia, cerca di rendere l’acqua la più calda possibile che puoi sopportare. Lascia che l’acqua scorra sulla zona interessata. Se possibile strofina la zona delicatamente. Questo può essere fatto ogni volta che fai una doccia e dovrebbe produrre risultati nel giro di pochi giorni.

Massaggi

I massaggi sono degli ottimi rimedi naturali per i dolori cervicali. Massaggiare il muscolo ti  aiuterà a rilassare la zona, rilasciare la tensione e portare sollievo. Si consiglia di utilizzare le dita per strofinare la zona seguendo un movimento circolare. Comincia dal collo e continua per tutta la zona della schiena fino al punto in cui il dolore si ferma. Fai attenzione a non strofinare in modo troppo aggressivo, questo potrebbe peggiorare il problema ed estendere il disagio. Sarebbe meglio se puoi farti fare il massaggio da qualcun altro. Saresti in uno stato più rilassato ed un’altra persona sarebbe in grado di massaggiare la zona interessata senza che tu debba usare altri muscoli nel corso del processo. Una delle tecniche di massaggio più adatte per la cura del mal di schiena è sicuramente la tecnica giapponese “Shiatsu”. Puoi trovare degli operatori altamente formati e con molta esperienza su www.bodymind.city, un sito che seleziona operatori shiatsu su varie città di Italia senza nessun sovrapprezzo rispetto al listino standard dell’operatore.

Yoga

Con la pratica costante delle  posture yoga per il torcicollo e per le spalle, i muscoli e le articolazioni vengono messi nello stato in cui dovrebbero giustamente essere. Anche il dolore ed il disagio gradualmente diminuiscono. Mira Mehta, nel suo libro Come usare lo Yoga, ha indicato le seguenti posture yoga per i dolori cervicali, per il torcicollo e per le spalle. Queste posizioni possono essere utilizzate anche dai principianti. Per effettuare queste pose avrete bisogno di un blocco.

Posizioni

Ecco delle posizioni da seguire per far passare la cervicale con rimedi naturali:

1) Posa del Triangolo

Per la cura dei dolori cervicali mettiti contro una sporgenza e poni un blocco su un lato. Inspira profondamente e sposta le gambe in modo che i tuoi piedi abbiano tra loro una distanza di circa 1 metro. Alza le braccia a livello delle spalle mentre sposti le gambe. Tieni i palmi delle mani rivolti verso il basso ed entrambi i piedi rivolti in avanti. Poi, gira il piede sinistro di circa 15 gradi verso l’interno e il piede destro di circa 90 gradi verso l’esterno in modo che il tallone destro sia esattamente l’opposto del collo del piede sinistro. Gira il piede sinistro all’interno e ruota verso l’esterno la gamba sinistra. Mentre ruoti il piede destro verso l’esterno, tutta la gamba deve essere ruotata nella stessa direzione. Le ginocchia devono essere strette mentre sollevi il torace. Durante l’espirazione, muovi il tronco lateralmente verso il basso a destra e metti una mano sul blocco. Afferrane la sporgenza usando l’altra mano in modo da poter ruotare il tronco di più. Guarda in alto. Rimani in questa posizione per 20 a 30 secondi prima di ripeterla sull’altro lato.

2) Posa dell’angolo laterale

Mettiti contro una sporgenza e poni un blocco su un lato. Respira profondamente e sposta i piedi lateralmente a circa 1 metro di distanza, sollevando nel contempo le braccia all’altezza delle spalle. Ruota il piede destro di circa 15 gradi verso l’interno e il piede sinistro di 90 gradi verso l’esterno. In questa posizione, il tallone sinistro rimane davanti al collo del piede destro. Quando sposti il piede destro all’interno, la gamba destra deve essere rivolta verso l’esterno. Tuttavia, quando si gira il piede sinistro all’esterno, tutta la gamba deve seguirlo nella stessa direzione. Con la gamba destra dritta, piega la gamba sinistra a 90 gradi con lo stinco perpendicolare alla coscia parallela al terreno. Durante l’espirazione, muovi il tronco lateralmente in basso a sinistra. Afferra la sporgenza con la mano sinistra e gira il tronco con l’aiuto delle mani. Mantieni la posizione per 20 a 30 secondi prima di ripetere sull’altro lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *