Rimedi naturali contro la caduta dei capelli

Calvo

I capelli sono un vero problema per tanta gente quindi, per prevenire la caduta, vanno curati e controllati. In autunno, ad esempio, c’è un ricambio di vecchi fusti con i nuovi e una perdita di un centinaio di capelli al giorno è normale, ma se si nota una caduta più consistente, è bene fornire aiuto alla chioma, utilizzando rimedi naturali. Quali?

La vita del capello

La vita del capello è divisa in tre fasi: crescita (circa l’80% dei capelli si trova in questa fase), riposo (circa l’1%) e caduta che coinvolge il restante 19%. Questo succede a una chioma sana, senza nessun problema ma, in alcuni casi, le percentuali possono invertirsi e quelli in caduta superano quelli in crescita. A questo punto, in breve tempo, si raggiungerà l’alopecia se non si interviene prontamente.

Per prima cosa si deve modificare la propria alimentazione aumentando tutti quegli alimenti che forniscono i nutrimenti necessari alla crescita dei capelli: vitamine e sali minerali che si trovano abbondantemente in frutta e verdura. La caduta dei capelli può essere momentanea e avvenire a causa di cambiamenti ormonali, stress, farmaci e carenze nutrizionali, ma può essere anche definitiva magari per una questione ereditaria o altre problematiche cui, purtroppo, non si può porre rimedio se non con un trapianto capelli. Noi però ci fermiamo alla fase precedente e vediamo come prevenire la caduta dei capelli, rafforzandoli naturalmente.

Prevenire la caduta con cure naturali

Oltre ad inserire aglio, zenzero, curcuma, fieno greco e the verde nella nostra alimentazione, utili ad apportare il giusto nutrimento per il benessere dei capelli, possiamo ricorrere all’uso, ad esempio, dell’aceto di mele. Un impacco con una miscela di acqua calda e aceto di mele (al 50%) aiuta ad aprire i pori del cuoio capelluto che in questo modo assorbirà meglio gli enzimi che lo rinforzano. Basta lasciare agire per cinque minuti e poi risciacquare abbondantemente. Se pensate che l’odore dell’aceto sia poco sopportabile, utilizzare due gocce di olio essenziale di rosmarino che, oltre a migliorare il profumo, intensifica l’attività dell’impacco. Questo procedimento va fatto due volte la settimana, ma vedrete che è piacevole.

Altro metodo utile per la salvaguardia della nostra chioma è l’aloe vera, di cui tutti conoscono i benefici. In questo caso, il succo di aloe, andrà applicato un’ora prima di fare lo shampoo. Questo serve a rafforzare i capelli. C’è chi consiglia anche le applicazioni di olio di mandorle, oliva, Argan o avocado. Indubbiamente sono adatti a rinforzare il capello, ma non vanno utilizzati sul cuoio capelluto perché tenderebbero a ostruire i bulbi piliferi bloccando la crescita del capello. Gli oli non sono adatti a tutti e bisogna usarli con cautela. Uno stimolante della crescita, microcircolazione e cuoio capelluto è lo zenzero che può essere applicato dopo aver preparato un impasto con zenzero tritato e olio di cocco che in questo caso funge da veicolatore. Solo l’olio di cocco è adatto a essere distribuito sul cuoio capelluto perché non ostruisce, anzi asporta eventuali impurità senza irritare la pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *