Doccia nasale: rinowash istruzioni e vantaggi

Fazzoletto

Capita, per colpa di un raffreddore ad esempio, di avere il naso chiuso e di non riuscire a respirare bene. Ciò fa sentire a disagio, crea stanchezza, nervosismo, ma soprattutto impedisce di riposare bene.  Per questo motivo, in ogni casa, dovrebbe essere presente una doccia nasale o rinowash. La doccia nasale, infatti, permette di pulire il naso e di tornare perciò a respirare perfettamente. Se anche voi soffrite di continui raffreddori, continuate a leggere, perché di seguito parleremo della doccia nasale, spiegando come usarla e sfruttarla al meglio.

Rinowash: cos’è

La doccia nasale è uno strumento utilizzato per l’irrigazione nasale che permette di fare un lavaggio fisiologico e/o un lavaggio medicato delle cavità nasali. Rimuove muco e batteri, producendo un getto di soluzione micronizzata, agendo localmente nelle vie respiratorie superiori. È adatto a persone di ogni età, infatti, sia adulti che bambini, ne possono trarre giovamento.

Quando si usa

La doccia nasale viene utilizzata sia per curare che per prevenire. È molto utile per curare le patologie delle alte vie respiratorie, e per mantenere le condizioni delle stesse in stato ottimale, diminuendo la possibilità di problematiche quali raffreddori e riniti.

Infatti, la mucosa nasale infiammata, facilita la prolificazione dei batteri, e i virus trovano terreno fertile dove vivere. Non sempre però il sistema immunitario è in grado di combattere questi nemici sgraditi, ciò si traduce in un’infezione. Raffreddori, sinusiti, riniti, adenoiditi, poliposi nasali e anche tosse catarrosa, sono la diretta conseguenza di una cattiva igiene nasale. È importante, quindi, utilizzare la doccia nasale per diminuire la possibilità che queste patologie si presentino.

Utilizzando costantemente la doccia nasale, si manterrà pulito il naso, e di conseguenza di svilupperà una maggiore resistenza a tutte le patologie che riguardano l’apparato respiratorio. Come si sa, il naso funziona da filtro, depurando l’aria prima che entri nel nostro corpo, una corretta igiene nasale è perciò fondamentale.

Rinowash istruzioni

Quasi tutti nella vita abbiamo fatto almeno una volta l’aerosol: la doccia nasale funziona tramite lo stesso meccanismo. Ovviamente, vi sono vari tipi di doccia nasale in commercio, ma il funzionamento è pressoché lo stesso per tutte le tipologie. La più utilizzata è la Rinowash, che si collega ad un normale aerosol. Nella camera interna si inserisce la soluzione fisiologica o altre soluzioni adatte per il lavaggio nasale. La camera esterna ha invece la funzione di raccogliere le secrezioni e il liquido di ricaduta.

Dopodiché, si collega all’aerosol il Rinowash tramite un tubo, e premendo il tasto di accensione si dà inizio alla nebulizzazione del liquido posto all’interno dell’apparecchio. Dopo aver inserito il tubicino di Rinowash nelle narici, inizia la procedura, che durerà qualche minuto, in base alla quantità di liquido inserito dell’apparecchio.

Dopo averlo utilizzato va pulito e asciugato con cura. Ovviamente la Rinowash è differente da un comune aerosol, perché non raggiunge le parti del corpo dove invece l’aerosol agisce. L’aerosol è utilizzato per le patologie dei bronchi, mentre Rinowash si limita a nebulizzare solo nel naso.

Il miglior rinowash

In vendita ci sono ovviamente tanti modelli di rinowash. Ho selezionato per voi quello che su Amazon ha ottenuto finora la migliore media voto. Potete scegliere questo o trovarne tanti altri:

24,70€
36,00
46 nuovi da 23,90€
4 usati da 22,04€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento 16 novembre 2018 4:36