Nuove tecniche di implantologia dentale

Studio dentista

L’implantologia dentale è una pratica che sta cambiando molto nel corso del tempo, tanto da dar luogo a nuove procedure e tecniche, che servono per rendere i calchi dentali sempre più precisi e rendere la perdita dei denti un evento meno traumatico grazie all’utilizzo di nuove protesi sofisticate e su misura. Spesso in passato, la scelta a seguito della perdita dei denti, era la tecnica di sostituzione con la dentiera oppure l’uso di ponti un po’ antiestetici. Non era certamente il comfort  la parola chiave, e questo rendeva un vero trauma la perdita dei denti. Ad oggi invece, per fortuna, esistono nuovi impianti dentali che possono essere installati con l’utilizzo di tecniche innovative.

Gli impianti dentali di nuova generazione

Gli impianti dentali di nuova generazione possono essere inseriti direttamente nell’osso o nella mandibola con una tecnica che non è particolarmente dolorosa ed è considerabile come mini invasiva. Questa tecnologia permette di sostituire le radici dentali e da un punto di vista estetico e funzionale, i vantaggi sono davvero numerosi grazie ad un ancoraggio perfetto. È come se si stesse masticando con i propri denti e non con una protesi esterna. Gli impianti di nuova generazione vengono realizzati spesso in titanio, che è un materiale prezioso osso integrabile e biocompatibile. Il paziente in pratica, non deve temere alcun tipo di rigetto, quanto piuttosto sentirà il nuovo impianto come se fosse già il vostro. Questo tipo di impianti sono famosi anche perché sono diventati molto più semplici da installare e richiedono meno tempo di quello che invece era necessario effettuare prima. Le tecniche cambiano anche in base a quelle che sono le esigenze dei singoli pazienti: infatti, quando c’è stata una perdita di materiale osseo, oppure quando manca una delle due arcate ed necessario procedere in maniera specifica e personalizzata nei confronti del cliente interessato.

Protesi dentarie: le varie tecniche di impianto

Nel reparto di implantologia Clinica Villa è possibile riabilitare con l’implantologia qualsiasi tipo di paziente, con riabilitazioni protesiche estremamente innovative. L’intervento viene eseguito con la tecnica OnlyOne®  che è minimamente invasiva.
OnlyOne® consente il mantenimento di una corretta morfologia gengivale che permette la fuoriuscita dei nuovi denti dalla gengiva naturale e non da una falsa gengiva artificiale come ad esempio nella riabilitazione tipo All-on-4® o barra di Toronto.
E’ un protocollo particolarmente indicato nei pazienti con poco osso perché è una tecnica in grado di sfruttare a 360° tutto l’osso residuo al di là dell’alveolo post-estrattivo, grazie all’inclinazione con cui vengono posizionati gli impianti dentali.
La protesi sia provvisoria che definitiva è sempre avvitata e mai cementata sia nelle riabilitazioni parziali che totali. Questo è indubbiamente un’enorme vantaggio per il paziente in quanto, per qualsiasi evenienza (tipo frattura elementi dentali, controlli sugli impianti ecc.), può essere rimossa dal dentista semplicemente svitandola con speciali cacciaviti.
I risultati estetici, soprattutto nelle riabilitazioni dell’arcata superiore, sono di gran lunga più appaganti perché l’emergenza dei denti avviene in maniera naturale.
Le manovre di  igiene orale sono molto simili a quelle che si effettuano nella dentatura naturale, in quanto non esiste l’ingombro di una flangia di falsa gengiva.

Il supporto digitale

La svolta dell’impiantologia a computer assistita è comunque fondamentale e lo sarà anche nei prossimi anni perché si attuino nuovi sistemi con cui effettuare l’implantologia dentale. È una chirurgia molto precisa e dettagliata di tipo tridimensionale che dà una mano davvero unica a questo settore, permettendo agli utenti di procedere in una sorta di costruzione della loro arcata dentale. In caso quindi di problemi per la caduta dei denti, non bisogna disperare, in quanto ad oggi ci sono molte più soluzioni rispetto al passato che renderanno la vostra vita meno difficile di quello che potete pensare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *