Che cos’è la fitoterapia

Pianta fitoterapia

La prima medicina dell’uomo è stata la natura e i più antichi testi di cui disponiamo parlano soprattutto delle piante come rimedio alle malattie umane.

Del resto ancora all’inizio di questo secolo le medicine a disposizione del medico per curare i suoi pazienti erano costituite, quasi esclusivamente, da principi tratti dal regno vegetale.

Con lo sviluppo della sintesi chimica e della ricerca farmacologia, la fitoterapia ha conosciuto una battuta d’arresto, poiché considerata come uno strumento inadeguato e superato.

Oggi la fitoterapia gode di una nuova attenzione non solo da parte di un pubblico sempre più attento e desideroso di curarsi in modo naturale, ma anche da parte degli stessi medici.

La scienza ha ripreso a studiare le piante, i loro principi attivi, le migliori modalità di prescrizione dei preparati fitoterapici.

Rispetto ai farmaci di sintesi le piante medicinali hanno in genere un’azione più blanda, talvolta più lenta, ma in grado comunque di stimolare la naturale capacità di autoguarigione dell’organismo umano.

Ciò non toglie che anche tra le piante vi siano farmaci potenti, talvolta anche molto tossici e che solo chi è veramente esperto può prescrivere adeguatamente. Sarebbe perciò sbagliato guardare alla fitoterapia come a una medicina facile, che chiunque è capace di fare da sé.

Rimane comunque una vasta area di piante da cui si può scegliere senza rischi e che potranno essere assunte sotto forma di tisane per dare sollievo ai tanti piccoli problemi che ci affliggono: dalla digestione, alla stanchezza, dallo stress all’insonnia episodica.

Alcune Piante Medicinali

Acacia
Acetosa
Acetosella
Achillea
Aglio
Alchechengi
Alchemilla
Alliarria
Alloro
Altea
Aneto
Angelica
Anice
Asparago
Asperula
Assenzio
Balsaminta
Barba di becco
Barbarea
Bardana
Basilico
Beccabunga
Bianco spino
Bietola
Bistorta
Borragine
Borsa del pastore
Buonenrico
Calendula
Camedrio
Camomilla
Camomilla romana
Cappero
Carciofo
Cardo del lanaiolo
Cardo Santo
Cardo Spinoso
Cariofilla
Carlina
Carota
Carrubo
Cartano
Centaurea
Centocchio
Cerfoglio
Cetriolo
Cicoria
Cipolla
Cipolla d’inverno
Cipollaccio
Cavolo
Cece
Cedrina
Cocleria
Coda cavallina
Consolida Maggiore
Corbezzolo
Coriandolo
Crescione
Crespigno
Crispigno
Cumino
Dragoncello
Enula
Epilobio
Erba cipollina
Erigio
Eucalipto
Fagiolo
Farfaraccio
Fava
Finocchio
Finocchio Marino
Fiordaliso
Fragola
Gelso
Gelsomino
Genepì
Genziana
Genzianella
Ginepro
Girasole
Lazzeruolo
Lenticchia
Levistico
Liquirizia
Lupino
Luppolo
Maggiorana
Malva
Margheritina
Melanzana
Melissa
Melone
Menta
Mirtillo
Mirtillo rosso
Mirto
Nastruzio
Olivo
Origano
Ortica
Ortica Bianca
Papavero
Parietaria
Partenio
Pastinaca
Patata
Patata dolce
Peperoncino
Piantaggine
Pilosella
Pimpinella
Pino da pinoli
Pisello
Pistacchio
Polmonaria
Pomodoro
Porro
Portulacca
Primula
Prezzemolo
Prugnolo
Pungitopo
Rafano
Ramolaccio
Raperonzolo
Rapunzia
Ribes nero
Ribes rosso
Rosa gallica
Rosa canina
Rosmarino
Rovo
Rucola
Salvia
Sambuco
Sorbo
Sorbo degli uccellatori
Spinacio
Tarassaco
Tigli
Timo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *