Cinarina effetti benefici e collaterali

Carciofo pianta

Il carciofo è un ortaggio sempre molto apprezzato: il suo sapore particolare e il suo aspetto diverso fanno sì che sia il protagonista di molti piatti tipici della cucina mediterranea. Ma oggi c’è una cosa in più che dovete sapere su questa splendida verdura: fa molto bene alla salute. Questa non è solo una diceria popolare ma anzi, recenti studi lo dimostrano. Queste buone proprietà del carciofo sono dovute alla presenza di un polifenolo chiamato cinarina. Ma di cosa si tratta in particolare? È una sostanza che si trova principalmente nelle foglie e deriva direttamente dall’acido caffeico. Inoltre è proprio questo polifenolo a dare il tipico sapore al carciofo.

Azione diuretica ed effetti della Cinarina

Analizziamo ora più in dettaglio i benefici della cinarina. Questa sostanza è ottima per chi ha diverse patologie legate al fegato. In particolare stimola la produzione di bile, protegge le cellule danneggiate dalle tossine assunte e stimola il deflusso della bile nel duodeno, un tratto dell’intestino. Ovviamente chi ha patologie non può pensare di curarsi solo con una dieta a base di carciofi, può pensare però di aiutare il suo fisico. Inoltre è ottima anche per controllare e prevenire il colesterolo. È stata questa una delle ultime scoperte dell’università di Reading. Mangiare carciofi riduce le possibili malattie cardiovascolari, inoltre grazie alla vitamina K presente aiuta a proteggere da danni cerebrali prevenendo Alzheimer e demenza senile.

Per avere una buone dose di cinarina il carciofo deve essere fresco e bello. Vi spieghiamo adesso come riconoscere un ottimo ortaggio da uno scadente. Un buon carciofo ha le foglie esterne verde scuro, non presenta peluria ed è bello chiuso. Inoltre il gambo deve essere vigoroso e al tatto deve risultare duro e compatto. Scegliete gli ortaggi che presentano queste caratteristiche!

Oltre al polifenolo sopra citato, il carciofo comunque contiene anche altre sostanze benefiche come vitamine e sali minerali. Inoltre non essendo per nulla calorico è molto indicato per qualsiasi tipo di dieta. Ovviamente è consigliabile mangiarli non fritti né abbinati ad insaccati. Vi consigliamo di optare per quelli provenienti da agricoltura biologica controllata per evitare spiacevoli sorprese.

Controindicazioni dei carciofi

Se siete in un periodo di allattamento è meglio evitarli poiché rallentano la produzione di latte, idem se soffrite di calcoli biliari poiché possono generare coliche dolorose.

Potete inoltre pensare di aumentare le proprietà depurative del carciofo assumendo anche il cardo mariano. Inoltre se volete aumentare le dosi di cinarina nel vostro corpo potete provvedere con degli integratori: in genere sono molto consigliati gli estratti di carciofo. Ovviamente per avere dei veri benefici bisogna curare con medicine le patologie e abbinare questi rimedi naturali ad una vita sana. Dovete quindi fare moderata attività fisica e mangiare sano.