Integratori consigliati per combattere la stitichezza

Integratore alimentare

Si verifica in svariate occasioni: quando si viaggia spesso, se si hanno dei ritmi un po’ incostanti, allorquando si vivono delle giornate stressanti, durante la gravidanza o semplicemente nell’arco della vita perché il nostro corpo è naturalmente disposto ad avere a che fare con questo fastidio. Insomma la stipsi prima o poi, in forma più o meno prolungata e grave, colpisce chiunque.

Ma come combattere questo problema? Come regolarizzare di nuovo l’intestino?

Cos’è la stitichezza

La stipsi è una vera e propria patologia. In genere essa si manifesta con una certa incostanza nel funzionamento dell’apparato gastrico. L’organismo in particolare sembra accusare i colpi causati da ritmi di digestione alterati da cause esterne, innaturali o derivanti da problemi organici di varia natura. Questa condizione non permette al corpo di espellere con regolarità le tossine accumulate nell’arco della giornata ed, in particolare, quelle trasformatesi in feci (in casi più blandi poi queste ultime possono comunque essere espulse, ma in quantità tanto ridotte da far sì che l’individuo non percepisca alcun beneficio).

Come reagisce il corpo del soggetto affetto da stitichezza? Purtroppo con una lunga serie di fastidi a carico soprattutto dell’addome: dal gonfiore all’inappetenza, dal nervosismo apparentemente immotivato al dolore che quando finalmente si riesce ad espletare i propri bisogni si manifesta puntualmente, dalla pesantezza alla comparsa addirittura di ragadi anali ed emorroidi.

La costipazione può poi caratterizzarsi come un episodio sporadico o cronico. In quest’ultimo caso, ovviamente, a risentirne sarà anche la qualità della vita.

Ma quando preoccuparsi? Sicuramente quando si accusano i sintomi sopra elencati, ma anche quando si nota che non si è più in grado di evacuare almeno una volta al giorno.

Cosa fare in caso di stipsi?

Innanzitutto, soprattutto se la cosa dura ormai da parecchi giorni o si ripete di frequente, rivolgersi al medico. Successivamente, almeno nella maggior parte dei casi, vi verrà di sicuro consigliato di mangiare meglio, magari in maniera un po’ più controllata e, perché no, di assumere degli integratori che potrete tranquillamente reperire in farmacia, nelle erboristerie e persino online.

Gli integratori contro la stitichezza

Fermo restando che deve essere uno specialista a suggerirvi l’uso di integratori, ed eventualmente ad indicarvi quale nello specifico sia più adatto alle vostre esigenze, in linea generale vi verranno prescritti determinati prodotti.

Le dieci erbe

Molto diffuso in questo caso è anche l’uso delle cosiddette dieci erbe, un integratore naturale che può agire direttamente sull’intestino sollecitandone l’attività (soprattutto stimolando la produzione e l’espulsione delle feci) e depurando l’organismo. Sul sito www.vepharma.it troverete maggiori informazioni su questo prodotto (disponibile in diversi formati). Esiste anche una versione con aloe vera, più indicata per migliorare la digestione.

Ovviamente non bisogna dimenticare che pur trattandosi di un prodotto naturale non vuol dire che va preso senza limitazioni e non bisogna superare la dose raccomandata giornalmente.

Tarassaco

Uno di questi è l’estratto di tarassaco, stimolante in grado di agire contro la ritenzione idrica e capace quindi di indurre il normale ciclo di espulsione delle sostanze organiche di scarto.

Glucomannano

Altri pazienti invece ricaveranno dei benefici dall’assunzione del Glucomannano, ossia di un particolare prodotto vegetale derivato dalla fibra della radice di Konjac. Questo integratore è in linea generale capace di agire sul peso in eccesso e sui liquidi non correttamente smaltiti nonché sulla regolarizzazione delle funzioni intestinali.